Questa sezione è dedicata agli autori più affermati che, vincendo o ricevendo menzioni nelle varie sezioni, hanno meritato la pubblicazione e sono stati premiati o hanno ricevuto altri riconoscimenti in passato e grazie a InediTO.

A cominciare dai poeti Paolo Valentino (vincitore nel 2008 della sezione Poesia, ha pubblicato nel 2016 Il metodo Catfulness. La felicità insegnata da un gatto con Mondadori, nel 2017 Ritratto di famiglia con errore con SEM, nel 2018 con Aboca Edizioni Lenti e felici (come una lumaca). Storia di un allevatore che ha riscoperto il gusto della vita scritto con Alan Wayne Berti, 100 fiabe per bambini avventurosi con De Agostini e Lezioni di dogfulness. La gioia di vivere insegnata da un cane con Mondadori), Antonella Sbuelz (vincitrice nel 2010, primo posto nel 2014 della sezione edita del Premio Nazionale di Poesia "Alda Merini" di Brunate, Como, nel 2016 del Premio Alpi Apuane, e nel 2017 secondo posto nella sezione inediti del Premio "Alda Merini" di Brunate), Anna Elisa De Gregorio (vincitrice nel 2011, finalista nel 2013 del Premio Gradiva New York e nel 2016 del Premio Letterario Metauro), Maurizio Mattiuzza (vincitore nel 2014, primo posto nel 2009 del Premio Nazionale Laurentum, finalista nel 2015 con la raccolta vincitrice La donna del chiosco sul Po del Concorso Guido Gozzano, vincitore Premio Nazionale di Poesia Carlo Levi 2016 di Eboli e primo premio nel 2017 della sezione inediti del Premio Nazionale di Poesia "Alda Merini" di Brunate, CO), Carola D'Andrea (vincitrice nel 2015 con la silloge A est dei miei maremoti pubblicata da CartaCanta, grazie a cui ha vinto nel 2017 la sezione poesia edita del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Alda Merini" di Imola, BO), Thomas Tsalapatis (vincitore nel 2018 con la sezione Circostanze contenuta nella raccolta di poesie e racconti L’alba è un massacro signor Krak che è stata tradotta in italiano da Viviana Sebastio e pubblicata dall'Editore XY.it, con cui ha vinto nel 2011 il Premio Nazionale per la Letteratura greca come scrittore esordiente), Giovanni Nuti (menzionato nel 2018, musicista e scrittore legato da un “matrimonio artistico” con Alda Merini e fratello di Francesco Nuti, con il quale ha firmato tutte le colonne sonore dei suoi film, collaborando con, tra gli altri, Enrico Ruggeri, Roberto Vecchioni, Lucio Dalla, Mango e Simone Cristicchi, vincitore nel 1986 del "Ciak d'Oro" per la migliore canzone originale del film Tutta colpa del paradiso e nel 1987 del "Nastro d'Argento" per la migliore musica originale del film Stregati, ha ricevuto nel 2018 il Premio Franco Enriquez - Città di Sirolo sezione Poesia e musica).

Gli scrittori Sacha Naspini (secondo premio nel 2005 nella sezione Testo Canzone, nel 2018 ha pubblicato il romanzo Le Case del Malcontento con Edizioni E/O), Maricla Di Dio Morgano (vincitrice nel 2007 con il romanzo L’isola, primo posto nel 2017 nella sezione narrativa edita del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Alda Merini" di Massa Lombarda, RA), Carlo F. De Filippis (menzionato nel 2010 con il romanzo Il dono, ha pubblicato nel 2015 con Giunti il noir poliziesco Le molliche del commissario, nel 2017 con Mondadori il secondo episodio Il paradosso di Napoleone. Un'indagine del commissario Vivacqua e nel 2018 il terzo episodio Uccidete il Camaleonte. Una nuova indagine del commissario Vivacqua), Nicola Viceconti (vincitore nel 2012 con il romanzo Nora Lopez. Detenuta N84, primo posto nel 2014 del Trofeo Penna d’Autore, nel 2015 del Concorso Nazionale di Poesia “Città di San Giorgio a Cremano”, nel 2017 del Premio letterario "Città Cava de Tirreni" e premio speciale giuria Premio internazionale di Poesia “Città di Latina”), Antonio Gentile (vincitore nel 2012 con il romanzo I cavalli delle giostre pubblicato da Anordest nel 2014 e ripubblicato nel 2017 da Il Camaleonte Edizioni, grazie a cui ha vinto nel 2014 il Premio Carver), Eva Taylor (vincitrice nel 2014 con il romanzo Carta da zucchero, primo posto nel 2015 al Premio Internazionale Merano-Europa), Dario Neron (vincitore nel 2016 con il romanzo Doctor Reset pubblicato nel 2017 da Il Camaleonte Edizioni, grazie a cui nel 2018 si classifica terzo nella sezione narrativa edita del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Alda Merini" di Imola, BO, e vince la sezione narrativa del Premio Carver 2018), Peppe Millanta (menzionato nel 2017 con il racconto Rukelie, primo posto con la stessa opera della sezione racconti inediti del Premio Nazionale di Poesia e Narrativa "Alda Merini" di Imola, BO, e nel 2018 della sezione narrativa edita dello stesso premio, nonchè vincitore lo stesso anno del Premio John Fante e tra i cinque finalisti del Premio Carver).

Il drammaturgo William Lyons di Rathmines, Dublin (vincitore nel 2015 della sezione Testo Teatrale con il copione L’edera e l’abete dedicato al rapporto tra Hannah Arendt e Martin Heidegger, professore presso la School of Mental and Moral Science, Trinity College Dublin e vincitore nel 2006 dell'Eamon Keane Full Length Play award), Alessandro Izzi (menzionato nel 2016 con Scacco al nero e vincitore nel 2018 con “Le strategie dell’oblio. Percorsi e ricorsi nel cinema italiano sulla Shoah dal 1945 al 2016” della sezione saggistica del Premio Carver), Simone Carella (vincitore nel 2017 con Artemy andato in scena lo stesso anno in forma di reading al Teatro India di Roma in occasione della rassegna "Garofano Verde", nel 2018 al Festival delle Colline di Torino e al Teatro Filodrammatici di Milano per “Lecite Visioni” rassegna di teatro omosessuale), Giampaolo Spinato (vincitore nel 2018 con Amici e nemici adattamento del romanzo omonimo Amici e nemici (Fazi, 2004), ha pubblicato con Einaudi, Mondadori, Baldini Castoldi Dalai, finalista nel 1996 al Premio Bergamo, Premio Selezione Campiello e finalista al Premio Alassio “Un Autore per l’Europa” nel 1999, segnalato al Premio Riccione 2001 con B., è coautore di Fuck m(en). Studi sull’evoluzione del genere maschile, miglior monologo Premio Giovani Realtà del Teatro 2013). 

I cantautori Zibba (vincitore nel 2010 della sezione Testo Canzone, e nel 2014 del Premio della critica "Mia Martini" e del Premio della Sala stampa radio-tv "Lucio Dalla" al Festival di Sanremo), Chiara Canzian figlia di Red Canzian dei Pooh (vincitrice nel 2011 della sezione Testo Canzone e lo stesso anno del Premio Lunezia), Daniele Ronda (vincitore nel 2013 della sezione Testo Canzone e lo stesso anno del Premio Lunezia, e nel 2017 di Area Sanremo), Andrea Maestrelli (vincitore nel 2016 della sezione Testo Canzone, nel 2014 del Premio Lunezia e nel 2017 di Area Sanremo) e Roberta Giallo (vincitrice nel 2017 della sezione Testo Canzone, nel 2013 del premio "Un Certain Regard" a Musicultura, e sempre nel 2017 del Premio Bindi, del Premio dei Premi del M.E.I. di Faenza  e degli All Music Italia Awards con l’album L’Oscurità di Guillaume).

Il Premio InediTO fa l'en plein al Carver 2018, contropremio per i libri non i marchi

Premio CarverCi eravamo augurati che almeno uno se non entrambi approdasse in finale. Invece hanno fatto di più, hanno fatto l’en plein! Il nostro direttore Valerio Vigliaturo con il romanzo “Dalla parte opposta” (Augh! Edizioni) e Dario Neron con "Doctor Reset" pubblicato da Il Camaleonte Edizioni (grazie al contributo del nostro premio vinto nel 2016) hanno vinto pari merito la sezione narrativa della sedicesima edizione del Premio Carver 2018! Un risultato straordinario contro ogni più rosea aspettativa! La premiazione che si è svolta il 9 febbraio a Lucca condotta dall'ideatore e ispiratore del premio, Andrea Giannasi, ha visto protagonista come finalista anche Peppe Millanta con il romanzo “Vinpeel degli orizzonti” (Neo Edizioni), menzionato nel 2017 nella sezione Narrativa-Racconto del nostro Premio InediTO e ha incoronato al primo posto nella

Leggi tutto

Pubblicato "L'alba è un massacro signor Krak" del poeta greco Thomas Tsalapatis

Copertina TsalapatisÈ stata pubblicata attraverso l'Editore XY.it la raccolta di poesie e racconti L’alba è un massacro signor Krak di Thomas Tsalapatis, con cui ha vinto nel 2011 il Premio Nazionale per la Letteratura greca come scrittore esordiente, che è stata tradotta in italiano da Viviana Sebastio e contiene la sezione Circostanze primo premio nel 2018 della sezione Poesia del nostro concorso. "In che modo cambierebbe la nostra vita se ci svegliassimo con un chiodo sulla fronte? Un chiodo vero. Un chiodo spuntato lì, dove forse temiamo la presenza di una piega sulla pelle che ci ricordi la nostra età. E come reagiremmo se nel frigorifero trovassimo la testa congelata di un Maori? Avremmo forse un senso di frustrazione? Di spaesamento? O di terrore? Il signor Krak, il protagonista di questi sorprendenti e surreali racconti, colto dalla malinconia, reagisce montando su un barile di aringhe per osservare il cielo". 

Pubblicato il romanzo distopico "Gli occhi degli orologi" di Giorgia Spurio

Copertina Spurio“Anno 2048. Dopo Le Nuove Crociate contro il terrorismo e l’immigrazione, gli Orologi sono diventati il dio del Tempo, lo strumento di controllo dei Governi. Julienne non vuole arrendersi alla desolazione che la circonda e rivuole la sua infanzia felice. Un pensiero su tutti la ossessiona: diventare madre". Gli occhi degli orologi, romanzo distopico di Giorgia Spurio che regala momenti di commozione e pura poesia attraverso una scrittura evocativa e potente, vincitore nel 2017 della sezione Narrazione-Romanzo della XVI edizione, è stato pubblicato a novembre grazie al contributo del primo premio con la casa editrice Il Camaleonte Edizioni collegata al concorso, ed è disponibile nelle librerie, nei principali book store online (Ibs, Rizzoli Libri, Hoepli, Mondadori, La Feltrinelli, Amazon, etc...) e nella pagina dedicata all'autrice: giorgia-spurio/opere

Contattaci

Cell: +39 3336063633
Email: info@premioinedito.it